TECNICHE DI ALLENAMENTO PER CONTRASTARE LA CELLULITE

Aggiornato il: 10 nov 2020

Una delle domande che spesso mi viene posta è come Combattere la cellulite in palestra

Oggi voglio mostrarvi 2 metodi di allenamento che si possono utilizzare per combatterla o almeno per non peggiorarla.

Ma che cosa è la Cellulite ?

Con il termine cellulite si intende una condizione molto diffusa che è all’origine di uno degli inestetismi cutanei più temuti dal mondo femminile.

Indicata in ambito specialistico come pannicolopatia edemato-fibro-sclerotica, consiste in un alterazione delle strutture del tessutoconnettivo che conferisce alla pelle un aspetto spugnoso e bucherellato (la cosiddetta pelle a buccia d’arancia) con rigonfiamenti più o meno evidenti, e può comportare una vera e propria patologia del tessuto sottocutaneo e del microcircolo; per motivi anatomici e ormonali, colpisce più facilmente le donne.



La cellulite non è necessariamente correlata alla massa corporea e al peso di una donna: una donna in sovrapeso può non averla, mentre una donna magra può soffrirne anche in modo importante .

Si possono distinguere quattro stadi corrispondenti a diversi livelli di gravità.

Primo stadio (edematoso): è caratterizzato da una stasi circolatoria, venosa e linfatica che provoca ritenzione idrica; vi sono pochi segni di malattia e la pelle appare ancora elastica anche se leggermente edematosa; la condizione può passare inosservata.

Secondo stadio: l’epidermide inizia a perdere tono ed elasticità , si presenta “pastosa” ed è facile notare l’effetto a buccia d’arancia con un edema più pronunciato.

Terzo stadio (fibrotico): si formano micronoduli e processi di fibrosi

Quarto stadio (sclerotico): i noduli si moltiplicano e uniscono tra loro, conferendo alla pelle una notevole rigidità. L’effetto a buccia d’arancia diventa molto visibile (in questa fase si parla a volte di pelle a materasso), si manifesta insufficienza circolatoria con capillari dilatati e compressione sulle fibre nervose, la cute dell’area interessata diventa fredda e dolente al tatto.


Detto ciò , appare evidente come sia importante saper trattare tale patologia così comune . In un mio precedente articolo ho parlato di acido lattico e di come esso sia uno dei fattori che possono andare a peggiorare lo stadio della cellulite .

Oggi voglio mostrarvi 2 metodi di allenamento che possono tornarvi utili in palestra per andare a contrastare l'avanzare di tale patologia .

Primo metodo : P.H.A. ( Periferic heart action ) Si tratta di eseguire 2 esercizi i cui muscoli interessati siano distanti tra loro . Per esempio eseguirete una serie di Squat , recupero di un minuto e passerete a una serie di lat machine per i dorsali .

In questo caso alternare 2 gruppi muscolari distanti e molto differenti consente di non bloccare la circolazione in un unico punto ma la favorisce perchè il sangue andrà a scorrere da un lato all'altro del corpo .

Secondo metodo : Serie interrotte

Si tratta di suddividere una serie da 15 ripetizioni in 3 blocchi da 5 ovvero eseguirete per esempio 5 ripetizioni di Leg press , recupero di 30\40secondi , altre 5 ripetizioni , recupero e concludere con altre 5 ripetizioni . In questo modo con un carico con il quale eseguireste massimo 10\12 ripetizioni ne eseguirete 15 ma senza andare a produrre eccessive quantità di acido lattico

Durante il Workshop Donna in palestra parleremo in modo molto approfondito di tale tematica e metteremo in pratica diverse tecniche utili per una donna

Clicca qui per saperne di più

324 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti