PERCHE' E' COSI' DIFFICILE DIMAGRIRE?

Chiunque sia mai stato a dieta può dirtelo”Perdere peso è un lavoro duro, ma mantenere il peso raggiunto può essere ancora più difficile”. Solo il 20% delle persone che perdono peso mantengono il peso raggiunto per un periodo superiore a un anno. Tuttavia, con gli strumenti giusti e senza avere fretta,il cambiamento è possibile. Se stai cercando di perdere 5kg o 30kg, questo testo ti offrirà consigli e suggerimenti pratici e realizzabili per aiutarti a liberarti del peso in eccesso in modo sano continuando a mangiare cibo delizioso e soddisfacente. Ma prima cerchiamo di capire perché perdere peso è così difficile.


La verità è che la perdita di peso non riguarda solo mangiare meno calorie o avere più forza di volontà. Esiste un rapporto molto stretto e complesso tra biologia, genetica, scelte alimentari e ambiente.



Biologia: Come stanno le cose ?

Da un punto di vista evolutivo, i nostri corpi sono stati progettati per immagazzinare il grasso per sopportare i periodi di carestia. Se da un lato ciò poteva essere utile migliaia di anni fa, quando dovevamo cacciare e raccogliere il nostro cibo, dall'altro,oggi come oggi, quando il cibo è più che sufficiente per vivere, la tendenza del corpo a eliminare il grasso per i tempi magri è venuta meno.In questa ricerca della sopravvivenza, il corpo è assistito da due ormoni,la leptina e la grelina, che vero è che ci aiutano a non morire di fame, ma minano anche la nostra forza di volontà.

Se durante il tuo percorso dimagrante hai visto che è difficile perdere gli ultimi chili, sappi che la colpa è anche di questi due ormoni.

La leptina viene prodotta dalle tue cellule adipose. Funziona come un indicatore della benzina in una macchina perchè dice al tuo cervello quando hai abbastanza carburante a bordo. Quando inizi a perdere peso, un basso livello di leptina segnala al cervello che stai andando in riserva e hai bisogno di fare il pieno.

L'altro l'ormone, la grelina, viene prodotto nello stomaco e nell'intestino e funziona in modo opposto. Quando non mangi da ore, l'aumento dei livelli di questo ormone indica al tuo cervello che è ora di mangiare di nuovo.I livelli di grelina aumentano anche quando perdi peso, spingendoti a mangiare di più e rallentando contemporaneamente il metabolismo, la velocità con cui il tuo corpo utilizza calorie.

Anche se vuoi liberarti disperatamente dell'eccesso di grasso, il tuo cervello ha altri piani, vale a dire, aggrapparsi a tutto il grasso che pensa di aver bisogno per sopravvivere.A tal fine funziona come un termostato, monitorando costantemente i livelli di ormoni come la leptina che forniscono feedback sui livelli di grasso corporeo.

Quando mangi di meno e perdi peso, il tuo cervello vuole lavorare per ripristinare l'equilibrio inviando segnali di fame e, a peggiorare le cose, ci si mettte anche un rallentamento del metabolismo.


Tutto ciò non fa che aumentare la voglia di cercare cibo ad alto contenuto di grassi e ad alto contenuto calorico, una strategia utilizzata per aiutare la sopravvivenza in tempi in cui il cibo scarseggiava, ma oggi funziona a nostro svantaggio.

Sebbene la nostra biologia non sia cambiata molto,la nostra offerta di cibo è aumentata, soprattutto negli ultimi 40 anni.Oggi, oltre la metà del cibo che mangiamo è costituito da alimenti altamente trasformati che possono essere mangiati rapidamente e immagazzinati prontamente sotto forma di grasso. Nello stesso tempo, nell'alimentazione di gran parte delle persone mancano cibi integrali ,sani come frutta, verdura, e latticini magri;tutti alimenti che vengono digeriti lentamente e ci aiutano a rimanere sazi e non desiderosi di altro.

Inoltre, la maggior parte di noi è meno attiva fisicamente rispetto ai nostri antenati - un altro fattore che rende più difficile mantenere costante la perdita di peso. I nostri corpi erano progettati per muoversi.Eppure andiamo in macchina o prendiamo il treno per andare al lavoro, ci sediamo alle nostre scrivanie quando siamo a lavoro o ci sdraiamo su un divano a mangiare e guardare la TV. Allora finisce che passiamo i nostri fine settimana a guardare lo sport invece di praticarlo.

Anche gli esperti di salute fanno riferimento a questa terribile combinazione ovvero molto cibo ipercalorico e troppo poco esercizio fisico,un ambiente che ci incoraggia a sviluppare l'obesità. Inoltre, è sempre più dimostrato che altri aspetti della nostra vita come la scarsa qualità e quantità di sonno e lo stress cronico a cui siamo sottoposti,possono influire anche sul nostro peso semplicemente perchè questi fattori influenzano gli ormoni che governano la fame e la sazietà e di questo parleremo in modo approfondito nell'ultimo capitolo.


Se dormi male e poco e sei perennemente stressato,sarà per te più semplice ingrassare.

L'aumento di peso è colpa dei tuoi geni?

I nostri corpi sono programmati per immagazzinare grasso e per mantenere quelle riserve di grasso per i periodi in cui potrebbe scarseggiare il cibo. Eppure alcune persone sembrano ingrassare più velocemente di altre.La ragione potrebbe essere di natura genetica.

Per decenni, gli esperti di salute hanno creduto che alcune persone erano particolarmente inclini al sovrappeso o all'obesità perché hanno ereditato geni che hanno fatto sì che i loro corpi fossero particolarmente efficienti nella conservazione del grasso per garantire la sopravvivenza.Ora, i ricercatori riconoscono che questi "geni parsimoniosi" non sono gli unici che possono contribuire all'aumento di peso.

Ad oggi, gli scienziati hanno scoperto centinaia di geni diversi che sono collegati ad alcuni aspetti dell'obesità.Ad esempio, alcune persone nascono con una mutazione genetica che si traduce in una carenza congenita di leptina e ciò potrebbe essere causa di grave obesità già dall'infanzia.Persone con questa condizione nascono con un peso assolutamente nella norma ma poichè non producono leptina sufficiente,sono sempre affamati e quindi il loro peso aumenta rapidamente.Altri geni sembrano contribuire all'eccesso di peso dando origine a una serie di fenomeni ingrassogeni: • un metabolismo lento e un basso consumo calorico • una propensione a essere fisicamente inattivi • una ridotta capacità di bruciare calorie dai grassi • una tendenza a sviluppare cellule adipose in eccesso e immagazzinare alti livelli di grasso corporeo.

Il potere delle influenze genetiche sul peso varia sostanzialmente da persona a persona.In generale, se entrambi i tuoi genitori o altri parenti più stretti sono notevolmente in sovrappeso, con molta probabilità,anche tu rischi di sviluppare obesità rispetto a una persona senza una storia familiare di sovrappeso. Tuttavia, la biologia non deciderà del tutto il nostro destino. Anche le persone in cui si riscontra la presenza del gene FTO - il primo gene scoperto che contribuisce ai tipi comuni di obesità - hanno molte meno probabilità di essere in sovrappeso se si impegnano nell'attività fisica e con la dieta.


Il succo del discorso è questo: non puoi cambiare i tuoi geni, ma puoi controllare il tuo ambiente, ed è l'ambiente in cui viviamo che ha provocato il drammatico aumento dell'obesità negli ultimi 50 anni.

Tratto dal libro Dimagrire è facile-La guida completa per perdere i kg di troppo in modo sostenibile(Ma sopratutto per mantenere il peso forma)

Se vuoi sapere effettivamente come dimagrire senza soffrire,il nostro manuale ti aiuterà a raggiungere il tuo obiettivo,quello di avere un corpo magro e in salute



7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti