MALEDETTO GRASSO OSTINATO

Chi di voi,nel corso di un programma di dimagrimento,ha visto che c'erano delle zone in cui il grasso era più resistente,non voleva andare via o,per lo meno,ci impiegava più tempo.

Credo che tutti noi,prima o poi nella vita,abbiamo vissuto qualcosa del genere.

C'è l'uomo che nota che la pancetta tende a rimanere sempre lì sebbene gli sforzi profusi.

C'è la donna che vede che la parte superiore si è ben tirata ma gambe e glutei non ne vogliono sapere eppure mangio bene,mi alleno,mi muovo tanto.

In realtà tutti noi abbiamo quello che viene definito grasso ostinato.

Prima di spiegare bene come stanno le cose,voglio fare una precisazione:il grasso presente sull'addome o sui glutei,se le cose vengono fatte per bene e avete la pazienza di aspettare,se ne andrà,ve lo assicuro.Ora analizziamo alcuni aspetti che vi faranno comprendere perchè certe zone hanno maggiore quantità di tessuto adiposo e perchè è così difficile mandarlo via.

Settling point:che cos'è?

Settling point è ciò che farà la differenza nel corso del vostro percorso di dimagrimento.

E' la percentuale di grasso a cui il nostro corpo vuole attestarsi ed è condizionato dal nostro stile di vita,dall'alimentazione che nel corso degli anni abbiamo seguito,dall'attività fisica praticata.Se,sin da giovanissimi, la nostra percentuale di grasso è stata,per esempio,il 20% ,il corpo tenderà sempre a volerci riportare a tale valore perchè lì ha trovato una sorta di equilibrio genetico.

A parità di dieta ed esercizio,colui che ha sempre mantenuto una percentuale di grasso medio\bassa sarà maggiormente facilitato durante il dimagrimento a differenza del ragazzo\a che sono sempre stati cicciotelli sin da piccoli.

Questo perchè,nel primo caso,il settling point si attesta a valori ottimali di massa grassa.E'importante capire che ciò che facciamo da piccoli ,sia in termini di movimento che di nutrizione,condizionerà la quantità di grasso che ci porteremo dietro nel corso della vita.



Cellule adipose:Come si evolvono

Tutti noi abbiamo un deteminato numero di cellule adipose alla nascita ma ciò che farà la differenza nel loro numero,specie nei primi 10 anni di vita,sarà il nostro stile di vita.Dopo l'adolescenza,non vedremo un loro aumento,cosa che si verifica appunto nei primi 10\12 anni,ma noteremo un aumento della loro dimensione specie se mangiamo male e ingrassiamo.Tali cellule,semplicemente,si riempiono di grasso.Quando dimagriamo,ovviamente si svuotano.

Le persone in sovrappeso tendono ad avere cellule adipose di dimensioni maggiori per cui,pur dimagrendo,c'è comunque il rischio,sempre che si ritorni ad abitudini sbagliate,di riempirle nuovamente e quindi ritornare alla percentuale di grasso di partenza se non oltre.

Perchè il grasso si accumula in certe zone?

Ovviamente questa domanda ce la siamo posti un pò tutti.

L'uomo si guarda allo specchio e si chiede"Ma perchè ho questa pancia?"

La donna anche si pone la domanda"Ma perchè sulla coscia c'è questo grasso?"

In entrambi i casi,c'è una specifica distribuzione degli adipociti e ciò deriva da motivi di natura genetica.Maledetti geni!!!

Per capire il motivo per cui certe zone sono più resitenti alla dieta dobbiamo fare una distinzione tra due tipologie di cellule adipose,quelle Alpha e quelle Beta.

Mentre le cellule in cui sono presenti i recettori Alpha tendono a trattenere il grasso,quelle in cui vediamo la presenza dei recettori Beta,al contrario,favoriranno il rilascio di grasso quindi si ha un effetto lipolitico.

Nell'uomo riscontriamo una maggiore presenza di cellule Alpha sulla regione addominale rispetto alla parte inferiore in cui prevalgono quelle Beta.

Nella donna avremo una situazione opposta ovvero più cellule Alpha nella parte inferiore e più cellule Beta in quella superiore.Oltretutto la donna paga lo scotto imposto da Madre natura e cioè che il grasso che accumula sulle gambe o sui glutei potrebbe essere necessario per portare avanti una ipotetica gravidanza.Mettiamoci anche che la circolazione degli arti inferiori femminili non è sempre ottimale e quindi ciò potrebbe essere un ulteriore ostacolo al dimagrimento di tale zona.

Cosa fare per eliminare il grasso ostinato?

Ora voglio lasciarvi 2 semplici indicazioni per combatterlo :

1 Mantenere un peso stabile dopo una dieta:l'errore di molti è quello di alternare dei periodi in cui il loro peso aumenta notevolmente a fasi in cui cala drasticamente anche a causa di diete scorrette.Alla lunga il corpo non troverà il suo settling point ideale per consentirvi nel tempo di eliminare anche gli ultimi kg di grasso localizzato.Quando avrete raggiunto il vostro peso,dovrete mantenerlo,dovrete far si che quello sia il nuovo settling point anche a costo di non aver eliminato del tutto il grasso ostinato.Fate trascorrere 3\4 mesi in cui consoliderete il risultato raggiunto e poi ricomincerete una nuova dieta per perdere il grasso rimanente.

2 Procedete gradualmente e ponetevi un obiettivo a lungo termine:per esperienza coloro che falliscono durante questo percorso,sono tutti quelli che non hanno avuto la pazienza di aspettare e hanno abbandonato le buone abitudini necessarie per raggiungere il loro obiettivo.

Se avete parecchio grasso da perdere(diciamo nell'ordine dei 15\20kg),non credo che darsi 3 mesi sia un obiettivo realistico.Forse dire"Mi voglio dare 6 mesi o un anno" può cambiare le carte in tavola e consentirvi di vivere questo percorso in modo più tranquillo e sostenibile.




85 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti