CELLULITE:COME ALLENARSI PER COMBATTERLA

Aggiornamento: mar 30

In un mio precedente articolo(clicca qui per saperne di più)vi avevo mostrato alcune tecniche di allenamento per combattere la cellulite o,per lo meno,non peggiorare la situazione.

Oggi voglio entrare nel merito del problema cercando di farvi capire quali siano i principi base per poter contrastare tale inestetismo.

Come detto in passato,con il termine cellulite si intende una condizione molto diffusa che è all’origine di uno degli inestetismi cutanei più temuti dal mondo femminile.

Indicata in ambito specialistico come Pannicolopatia edemato-fibro-sclerotica, consiste in un alterazione delle strutture del tessuto connettivo che conferisce alla pelle un aspetto spugnoso e bucherellato (la cosiddetta pelle a buccia d’arancia) con rigonfiamenti più o meno evidenti, e può comportare una vera e propria patologia del tessuto sottocutaneo e del microcircolo; per motivi anatomici e ormonali, colpisce più facilmente le donne.




La cellulite non è necessariamente correlata alla massa corporea e al peso di una donna: una donna in sovrappeso può non averla, mentre una donna magra può soffrirne anche in modo importante .

Tuttavia è da osservare come un eccesso di grasso crea uno stato di forte infiammazione delle cellule andando pertanto a modificare negativamente le loro caratteristiche strutturali e quindi le loro capacità funzionali.

Un ulteriore fattore che predispone alla cellulite è un non corretto funzionamento del Microcircolo ovvero quell’insieme di piccoli vasi ematici quali capillari, venule, arteriole e metarteriole che forniscono ossigeno e sostanze nutritive ai tessuti, rimuovono le tossine e grazie ai capillari linfatici drenano i liquidi extracellulari evitando di andare in contro anche alla ritenzione idrica(sempre che si sia ben idratati).

Una vita sedentaria,una cattiva postura,l'utilizzo costante degli amati tacchi a spillo e una scorretta alimentazione(zuccheri semplici,alcool e farine bianche) sono tutti elementi in grado di creare forti squilibri a livello circolatorio e quindi,alla lunga,facilitano l'insorgenza della Cellulite.


L'allenamento,se fatto correttamente,andrà a migliorare l'aspetto circolatorio e consentirà ai liquidi di portarsi nello spazio intracellulare piuttosto che extracellulare.I vostro muscoli pertanto appariranno più tonici e asciutti.

Inutile dire che se ci si allena male e non si osservano alcune regole,c'è il rischio di peggiorare la situazione per cui ci si ritroverà con gambe gonfie e quell'effetto a buccia di arancia più evidente a causa dell'accumulo di metaboliti che non vengono smaltiti.

Questo discorso vale sopratutto per il tipo Ginoide cioè quello che accumula grasso sopratutto sulla parte inferiore quindi ci potremmo far rientrare una buona parte delle donne.

Ora voglio darvi alcuni consigli da seguire assolutamente quando si tratta di allenarsi in presenza di Cellulite.

Lavorate sulla Forza:quando parliamo di Forza,si tende ad avere sempre un immagine distorta di questo tipo di allenamento.Invece un workout dedicato a questa qualità consentirà alle vostre gambe di prendere fiato specie se,fino a questo momento,le avete sfinite con allenamenti estenuanti con la speranza di migliorare.

I motivi per cui questo genere di allenamenti consentono di combattere la Cellulite sono diversi ma voglio mostrarvi quelli principali:

1 Stressano il muscolo ma senza favorire una grossa produzione di acido lattico

2 Non è necessario esaurire il muscolo quindi andare a cedimento muscolare

Un classico esempio di workout dedicato alla Forza è:

A Hip thrust 5 x 5 usando un peso che vi consenta 8 ripetizioni

B Squat 4 x 6 usando un peso che vi consenta di eseguire 10 ripetizioni

Come vedete,si eseguiranno poche ripetizioni per cui abbiamo un tempo sotto tensione breve e,inoltre,mi manterrò distante dal cedimento muscolare.

Evitate cavigliere e cavetti:questi mezzi sono utili ma c'è un problema;le donne quando si tratta di usarli eccedono con il numero di ripetizioni.Il classico esempio è quello della ragazza che,con la sua bella cavigliera da 1kg,si sciroppa 50 ripetizioni di slanci.Troppe ripetizioni che,se non inserite in uno specifico contesto,possono fare danni.

Per combattere la cellulite è necessario focalizzarsi su esercizi che,da un lato attivano le zone interessate (Quadricipiti o glutei) sia da un punto di vista muscolare che neurale e dall'altro ci facciano lavorare senza la necessità di eseguire troppe ripetizioni.



Cardio:quale faccio?

Spesso le mie clienti mi hanno chiesto"Andrea ma il Cardio non lo inseriamo?Mi hanno consigliato di correre così dimagrisco e la Cellulite và via"

Amiche purtroppo le cose non stanno proprio così..


La corsa non è l'attività ideale per chi vuole combattere la Cellulite in quanto è uno sport estremamente traumatico per le gambe e quindi per il microcircolo.

Noi dobbiamo favorire la circolazione per cui il mio consiglio,e non mi stancherò mai di ripeterlo,è quello di dedicarsi a lunghe passeggiate.


Non sarà la corsa a farvi dimagrire ma solo ed esclusivamente una corretta alimentazione e un buon programma di allenamento personalizzato che combini pesi e aerobica a bassa intensità.

Oggi và molto di moda il metodo H.I.I.T. in cui il soggetto esegue un allenamento ad alta intensità.Se per noi uomini può essere una buona scelta,non potrei dire la stessa cosa per le donne,specie quelle ginoidi.

In conclusione,ecco le direttive principali da adottare in caso di Cellulite:

- Allenamenti in sala pesi o anche a casa per costruire muscolo e far respirare le gambe adottando i principi sopra esposti.

- Cardio a bassa intensità per favorire il microcircolo e combattere la sedentarietà.